Servizi telematici

Con il sistema Polisweb il Tribunale di Milano ha potuto emettere i primi decreti ingiuntivi telematici e ha inaugurato il Processo Civile Telematico, il quale accelererà sempre di più i tempi delle vertenze con la progressiva sparizione del materiale cartaceo che intasa ancora le cancellerie.

Attualmente i Tribunali di Milano e di Monza, già dotatisi di un'organizzazione innovativa nei propri uffici, consentono il ricorso per decreto ingiuntivo telematico: per il recupero di un credito è quindi  possibile presentare in via telematica un ricorso per decreto ingiuntivo che sarà emesso nell’arco di dieci/quindici giorni invece che dei canonici sei mesi necessari per l’emissione di un decreto ingiuntivo depositato in forma cartacea. Qualora l'assistito, dopo la notifica al debitore del decreto munito di formula esecitiva, non avesse ancora recuperato il proprio credito, si inizierà il processo esecutivo.

L’art. 16-bis del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, recante ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese, convertito in legge 17 dicembre 2012 n. 221, sancisce l’obbligo del deposito telematico degli atti processuali. Tale obbligo decorre dal 30 giugno 2014. A partire da tale data sarà pertanto necessario dotarsi degli strumenti informatici idonei a tale trasmissione.